CR: Leggi sul Gioco d'Azzardo, concluso dibattito generale

(ACON) Trieste, 18 gen - AB - Giancarlo Cruder (CPR) ha ricordato le critiche mosse non solo dal mondo cattolico, che ha tenuto, per altro, un atteggiamento pacato e ha avuto un approccio quasi laico al problema, ma anche il quadro allarmante evidenziato dagli psicologi, che hanno fornito cifre impressionanti sul numero dei giocatori d'azzardo cronici, nonche' le ammissioni dei operatori dei Casino' e il Gioco d'Azzardo austriaci e sloveni sull'esistenza del fenomeno criminalita'.
Alleanza Nazionale, ha sottolineato Adriano Ritossa, e' sensibile ai problemi di carattere sociale e proporra' un emendamento per destinare i due terzi degli utili ai fabbisogni della spesa sanitaria e socio-assistenziale. Sono soldi che riusciremo a recuperare grazie a chi, invece di buttare i soldi nei Casino' e il Gioco d'Azzardo all'estero, potra' perderli qui, in regione.

Uno Stato laico prende atto dell'esistenza di una situazione e la regolamenta. Cosi', il diessino Michele Degrassi destinerebbe il 40 per cento degli utili al rafforzamento delle strutture di prevenzione delle dipendenze presso le aziende sanitarie, il 30 a un fondo anti-usura, il 20 alle strutture delle forze dell'ordine e il restante 10 per cento per una campagna informativa sui rischi del gioco d'azzardo.

Alessandra Guerra (LN) ha detto che, visto il disimpegno dello Stato, anche i proventi dei Casino' e il Gioco d'Azzardo possono aiutarci a risolvere, almeno in parte, i gravi problemi che affliggono la societa', dallo scadimento dei valori della famiglia alla perdita delle radici e della storia di un popolo. Dobbiamo affrancarci da una televisione che detta i valori di riferimento e aiutare chi, soprattutto i giovani, soffre la solitudine nonostante i telefoni cellulari e Internet.

Come si fa a bocciare una scelta come quella sui Casino' e il Gioco d'Azzardo, ha evidenziato Ferruccio Saro (FI-CCD-FDC), quando lo Stato continua a vendere il gioco d'azzardo e ad alimentare i sogni degli italiani. Riusciremo invece a recuperare risorse importanti per tutta la comunita' regionale e non c'e' alcuna chiusura sulla destinazione degli utili. Non sono percio' accettabili discorsi dei moralisti e dei proibizionisti.

Con questo intervento si e' concluso il dibattito generale e i lavori sono stati rinviati a domani mattina alle 9.30. Riprenderanno con le repliche dei relatori e della Giunta.

CR: Legge sui Casino' e il Gioco d'Azzardo, concluso dibattito gererale

http://www.regione.fvg.it Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia